Sicurezza stradale, lezioni dal vivo con la polizia locale

sicurezza stradale

Sicurezza stradale al centro di lezioni virtuali all’Ite De Fazio. L’amministrazione comunale ed il comando di Polizia locale, in collaborazione con Katedromos, stanno attuando più strategie per garantire la sicurezza stradale, il rispetto delle regole e soprattutto ridurre gli incidenti.

sicurezza stradale«La scelta del De Fazio scaturisce dalle attività attuate con la Polizia Locale – ha precisato il sindaco di Lamezia Terme Paolo Mascaro – e dall’impegno che lo caratterizza per i momenti formativi sulla legalità di cui la sicurezza stradale non può dirsi avulsa».

Nell’ambito dei progetti sulla legalità, coordinato dal professore Pino Zaffina, ieri nel cortile della scuola è arrivato un grosso autocarro che si è trasformato in un palco attrezzato con un simulatore di ribaltamento, con un’auto per le simulazioni di scontro mentre si è alla guida ed un maxischermo. Questa spettacolare attrezzatura è servita per garantire un impatto emotivo forte con gli studenti, i quali hanno imparato dal vivo una lezione sulla sicurezza stradale. Gli studenti hanno capito l’importanza di indossare le cinture di sicurezza vista quale e quanta energia cinetica si sviluppa quando un’auto a soli 50 km/h si impatta lateralmente contro un’utilitaria; cosa succede al conducente senza le cinture. Oppure quale tecnica utilizzare per liberarsi dalle cinture senza provocare danni alle vertebre cervicali.

L’istruttore Leonardo Indiveri della Katedromos ha messo in scena una lezione di educazione stradale, che si è trasformata in uno spettacolo, poiché è riuscita a catalizzare l’attenzione degli studenti. Degli alunni volontari hanno provato dal vivo cosa vuol dire ribaltarsi con la macchina e hanno sperimentato l’impatto per il passeggero non assicurato con i sistemi di sicurezza. Indiveri ha invitato tutti al rispetto delle norme rispetto all’alcol e droghe, il casco e le cinture di sicurezza anteriori e posteriori. Un ragazzo ha provato il crash test o simulatore di impatto: seduto su un carrello ha percorso un tratto raggiungendo i 10 chilometri orari per poi fermarsi all’improvviso. In questo modo gli studenti hanno assistito alla dimostrazione delle forze fisiche agenti su un corpo in movimento.

Il comandante della Polizia locale di Lamezia Terme, Salvatore Zucco, ha sottolineato che «è proprio partendo dal rispetto delle norme minime come l’uso del casco e delle cinture di sicurezza che si possono prevenire incidenti gravi causati dalla superficialità e dalla distrazione. Oggi possiamo dire che su questo versante ci sono progressi per merito di tute le forze di polizia impegnate sulle strade. Grave permane la situazione a causa dell’alcol e dell’uso di sostanze stupefacenti».

La dirigente scolastica dell’Ite De Fazio Simona Blandino ha espresso tutta la sua soddisfazione e gratitudine all’amministrazione comunale per aver individuato l’Ite De Fazio perché «questo progetto della sicurezza stradale è una parte significativa della educazione alla legalità. L’impatto psicologico può essere un reale ed effettivo deterrente per tutti i nostri giovani studenti che si accingono a conseguire il corso per la patente di guida».

Precedente Maida teatro di una famosa battaglia Successivo Diversità di genere e disabilità